Poster for the movie ""

L’ora più buia

Poster for the movie ""

L'ora più buia

125 min - Dramma, Storia
Prezzo: INGRESSO CON ABBONAMENTO O BIGLIETTO UNICO € 6,50
Proiezioni: 

lunedì 2 aprile 2018 ore 20:45
martedì 3 aprile 2018 ore 21:00
mercoledi 4 aprile 2018 ore 21:15


Nazione:   United Kingdom
Regista:  Joe Wright
Casa di produzione:  Perfect World Pictures, Working Title Films
Premi:  Premio Oscar Miglior attore a Gary Oldman, Miglior trucco; Golden Globe Miglior attore in un film drammatico a Gary Oldman; British Academy Film Awards Miglior attore protagonista a Gary Oldman Miglior trucco e acconciatura. E molti altri ancora.

Recensione

Whiskey, sigari e lunghe sedute nella vasca da bagno. Bastano pochi elementi a Joe Wright per introdurre il protagonista assoluto della storia: Winston Churchill, nel maggio del 1940, quando non era ancora stato eletto primo ministro e non poteva immaginare il ruolo, per certi versi ingrato, che gli sarebbe spettato. L’ora più buia ci getta infatti febbrilmente in quelle settimane in cui sembrava che Hitler avrebbe avuto la meglio e che l’unica soluzione per gli inglesi fosse negoziare la pace – a condizioni certamente svantaggiose. La narrazione viaggia spedita come un treno in orario, con tanto di date gigantesche che scandiscono il tempo: c’è una partenza, tra malumori e dubbi generali; una fermata (la crisi personale e pubblica); l’arrivo. Una tripartizione classica, funzionale alla modalità del racconto che spiana la strada al caustico, scaltro e irascibile Churchill, interpretato l’ora più buia da Gary Oldman. Un attore irriconoscibile sotto strati di protesi e trucco che rende invece perfettamente riconoscibile il suo personaggio: dalle espressioni del volto, di chi è abituato a guardare dall’alto verso il basso con diffidenza, al tono di voce conciso e spesso affrettato (che causa guai a chi non presta la giusta attenzione), il Churchill di Oldman trasuda tutto il suo spessore etico e (a)morale restando a galla anche in situazione rigidamente caricaturali dettate dalla sceneggiatura. Wright e lo sceneggiatore Anthony McCarten (La teoria del tutto) danno vita infatti a un film di puro intrattenimento, alleggerendo il dramma costante attraverso il carattere del protagonista. La sua virtù principale, la retorica, si impone sulla scena dominante: dai discorsi in Parlamento a quelli alla radio, preceduti da sessioni dattiloscritte con la sua assistente personale, la parola di Churchill diventa uno strumento affabulatore, un’opera di persuasione e convincimento che risolleva le sorti (e l’umore) degli inglesi.
Silvia D’Ambrosio


Cast

Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Lily James, Stephen Dillane, Ronald Pickup, Ben Mendelsohn, Nicholas Jones, Samuel West, David Schofield, Richard Lumsden, Malcolm Storry, Hilton McRae, Benjamin Whitrow, Joe Armstrong, Adrian Rawlins, David Bamber, David Strathairn, Jeremy Child, Brian Pettifer, Michael Gould, John Atterbury, Charley Palmer Rothwell, Hannah Steele, Philip Martin Brown, Nia Gwynne, Faye Marsay, Jordan Waller, Mary Antony, Bethany Muir, Anna Burnett, James Eeles, Roisin O'Neill, Joanna Neary, Flora Nicholson, Richard Glover, Paul Leonard, Eric MacLennan, Tom Ashley, Pip Torrens, Bronte Carmichael, Patsy Ferran

Trama

Un’avvincente ed entusiasmante storia vera che inizia alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale e che vede Winston Churchill, pochi giorni dopo la sua elezione a Primo Ministro della Gran Bretagna, affrontare una delle sfide più turbolente e determinanti della sua carriera: l’armistizio con la Germania nazista, oppure resistere per poter combattere per gli ideali, la libertà e l’autonomia di una nazione. Mentre le inarrestabili forze naziste si propagano per l’Europa occidentale e la minaccia di un’invasione si rivela imminente, con un pubblico impreparato, un re scettico ed il suo stesso partito che trama contro di lui, Churchill deve far fronte alla sua ora più buia, unire una nazione e tentare di cambiare il corso della storia mondiale.

Citazione: Mai rinunciare. Mai arrendersi.

Trailer