Poster for the movie ""

L’ordine delle cose

Poster for the movie ""

L'ordine delle cose

115 min - Dramma
Prezzo: INGRESSO CON ABBONAMENTO O BIGLIETTO UNICO € 6,50
Proiezioni: 

lunedì 13 novembre 2017 ore 20:45
martedì 14 novembre 2017 ore 21:00
mercoledi 15 novembre 2017 ore 21:15


Sito ufficiale:  https://lordinedellecose.it/
Nazione:   France,   Italy
Regista:  Andrea Segrè
Casa di produzione: 
Premi:  Presentato al Festival di Venezia 2017

Recensione

Quando Andrea Segre ha cominciato a lavorare a questo film, e ce lo ricorda lui stesso nelle note di regia, non immaginava che gli scenari politici tra Italia e Libia relativi alla gestione del flusso dei migranti sarebbero diventati così simili a quelli da lui immaginati. Perché di quello parla, ancora, Segre: dei migranti, del rapporto tra quel mondo e il nostro, e dell’assurdità dell’esistenza, nella mentalità comune, di una distinzione tra i due. L’ordine delle cose non è però il film militante in senso aggressivo e tradizionale che ci si potrebbe forse aspettare. Non è un film che declina, pur con gli strumenti del cinema, gli slogan da manifestazione o da assemblea studentesca, o che – peggio – ragiona su una delle questioni più scottanti e urgenti dei nostri tempi con quelle estremizzazioni facilone che dai social network si sono allargate in tempi rapidissimi ai talk show e ai giornali (anche se forse è più vero che la dinamica è andata al contrario). È un film migliore di questo, più intelligente, più aperto. A dimostrarlo c’è, banalmente, la scelta di rendere protagonista unico e assoluto del film un funzionario del Ministero degli Interni, una figura tradizionalmente considerata “di destra”, un borghese che si occupa per lavoro proprio delle questioni relative all’immigrazione, e che deve trattare con i libici affinché le loro navi intercettino i barconi dei trafficanti prima che questi entrino in acque internazionali e arrivino poi in Italia. Ma Corrado – questo il nome del personaggio interpretato dal bravissimo Paolo Pierobon, uno degli attori più insensatamente sottovalutati dal nostro cinema – non è un uomo arido e malvagio. Non è una macchietta, o un bersaglio. È invece un personaggio complesso e sfumato, uno che segue scrupolosamente regole e direttive, tanto quelle del suo governo quanto quelle che devono regolare i diritti umani, senza mai smettere di pensare con la sua testa.
Federico Gironi


Cast

Paolo Pierobon, Giuseppe Battiston, Valentina Carnelutti, Olivier Rabourdin, Fabrizio Ferracane, Yusra Warsama, Roberto Citran, Fausto Russo Alesi, Hossein Taheri

Trama

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione clandestina. Il Governo italiano lo sceglie per affrontare una delle spine nel fianco delle frontiere europee: i viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia.

Foto

Trailer