Poster for the movie ""

Cafarnao

Poster for the movie ""

Cafarnao - Caos e miracoli

126 min - Dramma
Prezzo: INGRESSO CON ABBONAMENTO O BIGLIETTO UNICO € 6,50
Proiezioni: 

Lunedì 02 Dicembre ore 20.45
Martedì 03 Dicembre ore 21.00
Mercoledì 04 Dicembre ore 21.15


Sito ufficiale: 
Nazione:   Lebanon
Regista:  Nadine Labaki
Scenografo:  Nadine Labaki, Jihad Hojeily, Georges Khabbaz, Michelle Keserwany, Khaled Mouzanar
Casa di produzione:  Boo Pictures, Mooz Films
Premi:  Premio Oscar Candidatura per miglior film straniero; Golden Globe Candidatura per il miglior film straniero; Festival di Cannes Premio della giuria; In competizione per la Palma d'oro.

Recensione

Cafarnao – Caos e miracoli si apre con un atto simbolico e provocatorio: il dodicenne Zain decide di fare causa ai suoi genitori per averlo messo al mondo senza offrirgli amore, sostentamento e cure. Si ripercorre così, in un lungo flashback, la storia di questo bambino e dei suoi fratelli che crescono in condizioni di povertà estrema, abbandonati totalmente a loro stessi. Del legame privilegiato di Zain con la sorella Soah. Dei genitori che vivono di espedienti e non posseggono gli strumenti, né la sensibilità di capire quali bisogni abbiano i figli. Dell’incontro con Rahil, immigrata etiope, e il figlio Yonas. E di un groviglio di strade, di incontri con loschi individui e di vicende complesse e intricate. Cafarnao è un film che scava dentro all’abisso emotivo fino a togliere il respiro. Fa male, come un pugno che arriva dritto allo stomaco. Talmente scomodo e ingombrante da far percepire allo spettatore il desiderio di uscire dal cinema anzitempo e contemporaneamente da tenerlo incollato alla sedia fino all’ultimo istante. Cafarnao è struggente, straziante, realistico e crudo ma altrettanto traboccante di umanità. Duro, ma costantemente attraversato da un filo di speranza. È un film da vedere. Che ti spinge, ti costringe a guardare quello che accade nella porta accanto, a considerare quello che parrebbe distante da chiunque, ma che così distante certamente non è. Zain – il protagonista – è un bambino che manifesta un’elevata resilienza. È spinto dal contesto sociale a prendere decisioni inadeguate per la sua età e a esserne responsabile. Nonostante percepisca costantemente di essere ignorato – in particolare dai genitori – tenta in tutti i modi di fare sentire la sua voce e lotta per costruirsi un’identità. Aurora Di Sabantonio


Cast

Zain Al Rafeea, Yordanos Shiferaw, Boluwatife Treasure Bankole, Nadine Labaki, Kawthar Al Haddad, Fadi Kamel Youssef, Cedra Izam, Nour el Husseini, Alaa Chouchnieh, Joseph Jimbazian, Samira Chalhoub, Farah Hasno, Elias Khoury

Trama

Zain, un ragazzo di 12 anni che lotta per sopravvivere nelle strade di Beirut, fa causa ai suoi genitori per averlo portato in un mondo così ingiusto, dove essere un rifugiato senza documenti significa che i tuoi diritti possono essere facilmente negati.

Trailer