Poster for the movie "Maria Regina di Scozia"

MARIA REGINA DI SCOZIA

Poster for the movie "Maria Regina di Scozia"

Maria Regina di Scozia

124 min - Dramma, Storia
Prezzo: INGRESSO CON ABBONAMENTO O BIGLIETTO UNICO € 6,50
Proiezioni: 

Lunedì 11 Marzo ore 20.45
Martedì 12 Marzo ore 21.00
Mercoledì 13 Marzo ore 21.15


Nazione:   United Kingdom,   United States of America
Regista:  Josie Rourke
Casa di produzione:  Focus Features, Working Title Films, Perfect World Pictures
Premi:  2 nomination agli Oscar, 2 candidature Bafta, 3 candidature Critics' Choice Awards

Recensione

Scozia, 1561. Maria Stuarda, salita sul trono di Francia dopo aver sposato Francesco II, è rimasta vedova a 18 anni e ha deciso di tornare nella nativa Scozia, di cui è regina per diritto di nascita. Con il suo ritorno Maria rischia di contendere anche il ruolo di regina d’Inghilterra ad Elisabetta I, che i legittimisti disconosco-no come erede di Enrico VIII. Maria ed Elisabetta sono cugine ma praticano religioni diverse, la prima cattolica, la seconda protestante. E tanto la corte d’Inghilterra quanto quella di Scozia temono che la Stuarda coltivi un legame con la Roma papalina, per tramare in segreto contro il regno anglosassone. “Un papista non siederà mai sul trono d’Inghilterra”, sentenzia-no. Tantomeno una papista: perché l’aristocrazia maschile di Inghilterra e Scozia non è affatto contenta che a contendersi il trono siano due donne.”L’autorità delle donne genera mostri”, proclama John Knox, leader della Riforma Protestante in Scozia e arcinemico della Stuarda. Ma in Maria Regina di Scozia è la political correctness a partorire coacervi al servizio delle sensi-bilità contemporanee. Così la corte cinquecentesca d’Inghilter-ra diventa magicamente mutietnica: aristocratici afrobritannici, l’italiano Davide Rizzio interpretato da un portoricano mulatto, la nobildonna inglese Bess of Hardwick trasformata in una star cinese. L’unico personaggio che contraddice (sgradevolmente) la political correctness è Henry Darnley, la cui omosessualità viene tradotta in “naturale propensione” all’infingardaggine e alla depravazione. Ancora più massiccia è l’influenza su Maria Regina di Scozia del #Time’sUp, che trasforma il racconto di una leggendaria (e storicamente documentata) rivalità fra due aspiranti al trono d’Inghilterra in una sorellanza mal gestita e ostacolata da uomini invidiosi. Marco Cacioppo.


Cast

Saoirse Ronan, Margot Robbie, Jack Lowden, Joe Alwyn, David Tennant, Guy Pearce, Gemma Chan, Martin Compston, Ismael Cruz Córdova, Brendan Coyle, Ian Hart, James McArdle, Richard Cant, Guy Rhys, Thom Petty, Izuka Hoyle, John Ramm, Simon Russell Beale, Maria Dragus, Liah O'Prey, Eileen O'Higgins, Greg Miller Burns, Aneurin Pascoe, Adrian Derrick-Palmer, Kal Sabir, Luke Kidd, Adrian Lester, Georgia Burnell, Alan Turkington, Euan MacNaughton, Scot Greenan, Karen Dunbar, Ian Hallard, Andrew Rothney

Trama

Mary Stuart, considerata da molti il legittimo sovrano d'Inghilterra, tenta di rovesciare la cugina Regina Elisabetta I, solo per trovarsi condannata a anni di prigione prima di essere giustiziata.

Trailer